“ARTE e LIBERTA’ - Woman Rights” a cura di Antitesi Teatro Circo

 

Di fronte alle criticità che stiamo vivendo, è sempre più forte il desiderio di tornare a vivere la socialità e gli eventi culturali con spensieratezza e libertà, “Arte e Libertà” è infatti il motto della parte di Stagione, curata da Antite

Rassegna curata da Antitesi Teatro Circo, che si pone come veicolo di riflessione su tematiche attuali, senza retorica, ma in modo artistico e creativo, che avrà come focus diritti e libertà dela donna, in italia e nel mondo, rassegna che avrà inizio il 2 aprile, con la presentazione del libro “Il paese che uccide le donne” di Giuseppe Carrisi, giornalista RAI, scrittore e documentarista e lo spettacolo “Non chiamatelo Amore” per la regia di Letizia Pardi, e proseguirà con tanti altri eventi e spettacoli a tema: “Malacarne” della Compagnia Semi Volanti, “La Gonna Abitata” della Compagnia di Teatro Circo Le Mafalde, “Seconda Possibilità” della Compagnia Il Gabbiano, “Dandelion” di Antitesi Teatro Circo.
 

2 Aprile ore 18:00 

Presentazione del Libro “IL PAESE CHE UCCIDE LE DONNE” di Giuseppe Carrisi.

 

Giuseppe Carrisi, giornalista RAI, scrittore e documentarista, da anni si occupa delle problematiche dei Paesi in via di sviluppo, in particolare dell’Africa, e ha realizzato numerosi reportage da zone di guerra (Palestina, Sierra Leone, Uganda, Repubblica Democratica del Congo). Ha pubblicato il volume Kalami va alla guerra, dedicato al fenomeno dei bambini utilizzati nei conflitti armati, e sullo stesso argomento ha anche realizzato un film-documentario, dal titolo Kidogò, un bambino soldato, presentato al Giffoni Film Festival. È anche autore e regista del documentario Voci dal buio, che racconta storie di giovani affiliati alla camorra e di loro coetanei della Repubblica Democratica del Congo che vivono in condizioni di violenza e sfruttamento, e della docufiction Zarema e le altre, sulla realtà delle “vedove nere”, le ragazze kamikaze della Cecenia. Per la Newton Compton ha pubblicato Tutto quello che dovresti sapere sull’Africa e che nessuno ti ha mai raccontato (vincitore del Premio Fregene per la saggistica), Gioventù camorrista e La fabbrica delle prostitute.

2 Aprile ore 21:00 - NON CHIAMATELO AMORE - regia Letizia Pardi

Non Chiamatelo Amore è un’azione teatrale che vede in scena otto donne che attraverso narrazioni, canti e letture, prestano le proprie voci per far luce non solo sull’ancora troppo attuale problema dei femminicidi ma anche su quella cultura che ne è spesso causa e giustificazione. Lo spettacolo, oltre che un momento di denuncia, vuole essere anche uno strumento per riconoscere la violenza nelle sue varie forme e impegnarsi in azioni atte a prevenirla e contrastarla.

 

16 Aprile ore 21:00 - MALACARNE - Compagnia Semi Volanti

Lo spettacolo punta il riflettore sulla realtà femminile e sul concetto di diversità durante l'epoca del regime fascista, facendo emergere analogie e parallelismi con il nostro tempo.

Uno spaccato di umanità durante l’epoca fascista, tre donne e i loro diversi modi di vivere la realtà che le circonda: accettazione passiva, sostegno convinto al regime o voce critica e passione resistenziale.

La costruzione della narrazione si avvale di avvincenti montaggi di filmati d’epoca e immagini fotografiche di luoghi di reclusione che trascinano lo spettatore direttamente dentro la situazione.

8 maggio 2022 ore 21:00 - LA GONNA ABITATA - Compagnia Le Mafalde

Un singolare universo artistico che fonde danza aerea, teatro fisico, musica e canto dal vivo, da vita ad un’improvvisazione performativa che tra vissuti, colori, poesia, comicità, pizzi e mutandoni esplora l’universo femminile intorno a MaFalda, una gonna che è costume, scenografia, attrezzo e spunto creativo, un essere vivente, un grembo generatore, che nasconde e cura la dimensione più intima che dorme in ciascuno di noi.

13 Maggio ore 21:00 SECONDA POSSIBILITA’ - Compagnia Il Gabbiano

Una storia di bullismo, che intreccia le vite di Chiara e Luciano, l'allieva e il maestro di boxe. Dai loro racconti emergeranno storie personali inattese e ingiuste, che entrambi, in qualche modo, stanno cercando di superare. E se Luciano è probabilmente giunto al traguardo dell'accettazione di ciò che è stato, dovrà aiutare la sua giovane amica, attraverso il pugilato, a intraprendere lo stesso percorso, che la porterà a riemergere dai suoi ricordi, al bullismo di cui è stata vittima a scuola e che ha cambiato per sempre il suo modo di viverla, la vita, fino ad oggi.

 

4 giugno 2022 ore 21:00 - ANTITESI TEATRO CIRCO in DANDELION

Sonata per scarpe, chewingum e pop-corn. Tra acrobazie, musica e corpi in movimento, lo spettacolo indaga, con toni leggeri e talora volutamente comici, tematiche importanti come: l'oppressione dei potenti, la limitazione delle libertà, le trame del destino forzate dall'ignoranza e dalla povertà.

 

12 Giugno 2022 ore 19:00 e ore 21:00 - GABBIE di libertà, schiavitù ed altre storie

Performance conclusiva del laboratorio teatrale del gruppo Teatro e Cittadinanza "Liberi di…"

a cura di Fabrizio Cassanelli e Letizia Pardi - StArt.Tip

Testi a cura degli allievi e delle allieve del  laboratorio  di drammaturgia condotto da Donatella Diamanti

Cos’è che ci rende schiavi, che stringe d’assedio le nostre vite e ci indebolisce? Chi ci libererà? Molte storie di straordinaria quotidianità intrecciate a pensieri e riflessioni,  provano a rispondere a queste domande con ironia, saggezza e poesia. Sulla scena, abitata da tredici persone alle prese con piccole o grandi “schiavitù”, si dibattono temi sensibili e urgenti che appartengono a questo tempo nuovo, forse inedito e condizionano le nostre vite che a volte sembrano perdere senso, e direzione.